A lezione dai maestri: come la racconterebbe …Shakespeare .. o Wilde .. o invece Verdi .. o Wagner .. o piuttosto Lubitsch .. o Welles?

Un nuovo servizio per le famiglie, per i genitori, i nonni, gli zii, gli insegnanti che hanno a cuore l’educazione dei loro figli, nipoti e studenti e non si accontentano di una scuola «partecipativa» dove non si premia il merito e non si insegna a sviluppare l’intelligenza.  Un aiuto per coloro che pensano che la programmazione televisiva, i videogiochi e i social network non li aiutino nell’impresa di educare i loro cari, e vorrebbero riuscire a evitare che i ragazzi si perdano nel mare di spazzatura offerto dai massmedia e diventino dipendenti da prodotti fatti per soddisfare istinti e creare automatismi. Un progetto nato con l’intento di aiutare gli educatori - istituzionali e non - a fornire gli stimoli giusti ai loro allievi, affinché essi, fin da piccoli, inizino ad amare l’arte accrescendo gradualmente le capacità intellettive necessarie per studiare e fare l’arte con la scienza, per riconoscere un’opera d’arte dispersa tra prodotti senza qualità, e per capire come fare a scoprire gli insegnamenti in essa sepolti.

Una storia è sempre la stessa indipendentemente da chi la racconta? O chi la racconta crea nuove storie riraccontandola? E come mai Romeo e Giulietta è divenuto un racconto immortale grazie a Shakespeare e non a chi lo ha raccontato prima di lui? Come mai l’Otello può essere fruito come un testo teatrale ma anche teatrale musicale ma anche cinematografico grazie alle versioni di Shakespeare ma anche di Verdi e di Rossini e di Orson Welles? Don Giovanni quante versioni grazie ai tanti artisti che lo hanno riraccontato? Vuoi diventare un Classico? Impara dai Classici! Entra nei loro laboratori di studio e acquisisci le loro stesse competenze sotto la loro guida virtuale e attraverso lo studio sistematico dei loro progetti. L’Istituto MetaCultura ti offre gli strumenti adatti per apprendere e insegnare, sviluppare e applicare gli insegnamenti dei grandi maestri della tradizione umanistica. Esplora i programmi dei nostri Laboratori. Scopri i progetti a cui stiamo lavorando e contribuisci ad attuarli. Impara dai Classici! Entra nei loro laboratori di studio e acquisisci le loro stesse competenze sotto la loro guida virtuale e attraverso lo studio sistematico dei loro progetti. L’Istituto MetaCultura ti offre gli strumenti adatti per apprendere e insegnare, sviluppare e applicare gli insegnamenti dei grandi maestri della tradizione umanistica. Esplora i programmi dei nostri Laboratori. Scopri i progetti a cui stiamo lavorando e contribuisci ad attuarli. La Scuola-Laboratorio consente sia di analizzare ogni specifica forma espressiva per esplorarne tutte le potenzialità (il racconto esclusivamente verbale, il racconto esclusivamente musicale, il racconto esclusivamente visivo etc...) sia di studiare i meccanismi di trasformazione e di integrazione dei diversi piani espressivi. L’opera lirica, patrimonio d’eccellenza della tradizione

umanistica, rappresenta il più alto grado di poli espressività che la narrazione abbia mai raggiunto, fondendo, nel suo racconto, il piano musicale(la partitura), quello letterario-verbale (il libretto), quello teatrale-drammaturgico (la messa in scena)quello visivo (scenografia, recitazione e coreografia).Proprio da questa consapevolezza e da un’esperienza didattica e formativa trentennale, studiando e insegnando i meccanismi della narrazione multimediale soprattutto nei capolavori del teatro musicale, 
l’Istituto MetaCultura ha deciso di dar vita, attraverso il nuovo Sito, a questo organismo virtuale ibrido, insieme formativo e produttivo, che riunisce le caratteristiche di una Scuola di alta formazione con quelle di una Bottega di progettazione e produzione. La Scuola-Bottega di Arti Narrative, anziché proporre una formazione tecnica o specialistica settoriale, fornisce una competenza narrativa completa che può svilupparsi, all'interno dei Laboratori di Studio, a contatto di progetti complessi destinati in particolare al mondo educational (a Scuole, Biblioteche, Università, Conservatori, Accademie). La Scuola-Bottega ha infatti tra i suoi obiettivi quello di incoraggiare autori e aspiranti autori a realizzare nuove tipologie di prodotti, che da un lato raccolgano l'eredità delle più mature forme di elaborazione narrativa proprie della tradizione umanistica, e, dall'altro, sperimentino le più avanzate tecnologie per la realizzazione e la distribuzione. La Scuola-Laboratorio vuole anche favorire la nascita di nuove collaborazioni creative tra librettisti e musicisti, direttori d'orchestra e registi, romanzieri e drammaturghi, sceneggiatori e registi, stimolando sia la capacità di dialogo tra artisti diversi, sia la formazione di «autori completi» in grado di gestire progetti complessi e coordinare gli apporti creativi. Proprio per questo Scuola-Bottega promuove lo studio di quegli autori i cui insegnamenti costituiscono un modello di integrazione di competenze e di interazione tra discipline. Dai progetti di Richard Wagner a quelli di Orson Welles, dalle botteghe umanistiche rinascimentali alle factory della Walt Disney Pictures o della Pixar Animation Studios, dalle collaborazioni tra Lorenzo Da Ponte e Wolfgang A. Mozart a quelle tra Alfred Hitchcock e François Truffaut, la Scuola-Bottega esplora ogni campo dove sia possibile rintracciare esempi di integrazione di competenze autoriali suscettibili di essere trasformati in «lezioni ideali» per insegnare la narrazione, la composizione, la messa in scena. La Scuola-Bottega adotta come «maestri virtuali» i più grandi autori classici di opere narrative, selezionati non solo per la loro eccellenza negli specifici settori, ma anche per la capacità di cooperare tra di loro per la realizzazione di un progetto artistico, fornendo così agli studenti un esempio concreto di complementarità e integrazione delle competenze autoriali. La Scuola-Bottega, infine, si propone di insegnare a realizzare strumenti più adeguati per lo studio e la didattica dei principi della narrazione: gli innovativi «Sistemi Reticolari E-Learning» in cui si articola ciascun Laboratorio, costruiti anche grazie alla collaborazione di coloro che, proprio attraverso di essi, hanno imparato a ricavare e a insegnare i principi narrativi presenti nei capolavori artistici oggetto di studio.